androidvsapple

Preparazione dell’ ambiente di sviluppo Android

Utilizzo la IDE Eclipse: http://www.eclipse.org/ , che su Debian Wheezy (attualmente testing) installo con il pacchetto “eclipse”.
Al primo avvio indicare in quale directory Eclipse andrà a salvare i workspaces.

Al termine dell’ installazione, scarico lo SDK Starter Package (circa 25 MB) da http://developer.android.com/sdk/index.html: scompatto il tgz e lo colloco in una directory che poi dovrò indicare alla IDE (per semplicità si può tenere nella home).

Successivamente, installo lo ADT Plugin di Eclipse. Si installa direttamente da dentro la IDE: selezionare dal menu la voce Help > Install New Software….; nella finestra di dialogo che si aprirà, inserire il sito da cui prelevare il software aggiuntivo: premendo Add inserisco un nome (ad esempio Android ADT) e la URL https://dl-ssl.google.com/android/eclipse/; dopo aver premuto OK attendo che viene aggiornata la lista del software disponibile: comparirà la voce Developer Tool con altre sottovoci. Seleziono Developer Tools. Premo Next e attendo il caricamento: compare la lista del software che sarà installato; premo ancora Next e nella successiva finestra accetto le licenze, e poi clicco Finish. Inizierà il download. Può anche comparire un warning sulla non sicurezza delle fonti: continuare ugualmente. Alla fine dell’ installazione, riavviare Eclipse.

Adesso bisogna configurare ADT.
Al riavvio di Eclipse compare una finestra di dialogo che chiede dove è posizionato lo SDK Starter Package: indicare dove è stato scompattato il tgz, e scaricare il più recente SDK. Il download richiede qualche minuto.
Se non compare automaticamente la finestra, o se si vuole controllare quali file vengono installati, selezionare Window > Android SDK Manager dal menu di Eclipse.
Per usare l’ emulatore è necessario installare il pacchetto ARM EABI System Image.
Le Google APIs servono per accedere a Maps, non è necessario scaricarle, così come la documentazione e i sorgenti.

Il software scaricato da ADT viene scaricato nella directory indicata prima (è quella dello Starter Package): ci sono i file degli SDK selezionati e altri tools vari.
Se si vuole operare anche da linea di comando oltre che da Eclipse, è comodo aggiungere al path anche questa directory: editare ~/.bash_profile o ~/.bashrc e aggiungere

export PATH=${PATH}:<dir-di-sdk>/tools:<dir-di-sdk>/platform-tools

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...