sottopasso

Sottopassaggi

copio da questo blog: http://sotto-terra-il-treno.blogspot.it/

giovedì 17 maggio 2012

L’inceneritore di Albano ha bisogno del treno

Il Consiglio di Stato ha bocciato il ricorso dei comitati contro l’inceneritore di Albano.

Leggendo attentamente la sentenza del Consiglio di Stato emerge un dettaglio inquietante: “Fondata è l’eccezione di tardività degli interventi dei comuni in primo grado”.

In sostanza, l’intervento dei Comuni (Albano Laziale, Rocca di Papa, Castel Gandolfo, Lanuvio, Ariccia, Ardea, Genzano di Roma, Pomezia) è stato tardivo e, quindi, assolutamente inutile.

Abbiamo, di fatto, assistito ad una grande sceneggiata (una burlesque) dei Sindaci dei Comuni dei Castelli Romani che, a parole di giorno, si dicono contro l’inceneritore ma, nei fatti di notte, stanno lavorando per preparare tutte le infrastrutture utili al funzionamento dell’inceneritore.

L’inceneritore di Albano ha bisogno di una discarica!!!
Infatti, i rifiuti dei Castelli Romani vanno separati tra il cdr (combustibile da rifiuti per l’inceneritore) e gli altri rifiuti (da portare nella discarica).

Il Sindaco Marini e la Giunta di Albano hanno permesso al signor Cerroni di realizzare tranquillamente il settimo invaso della discarica di Roncigliano, nascondendo ai cittadini e ai comitati le autorizzazioni regionali. In questo modo, hanno fatto scadere i tempi (questa è una loro grande capacità) ed i comitati non hanno potuto presentare un ricorso al TAR entro i termini previsti dalla legge. Il sindaco Marini e la Giunta di Albano hanno dimostrato in questa vicenda una grande disonestà morale.

L’inceneritore di Albano ha bisogno di una linea ferroviaria!!!
I rifiuti dei Castelli Romani non sono assolutamente sufficienti per alimentare l’inceneritore di Albano.
Per questo motivo, il signor Cerroni ha chiesto da anni di utilizzare la linea ferroviaria Roma-Velletri e di poter disporre di una stazione merci privata a Cancelliera.

C’è un solo problema: sulla linea Roma-Cancelliera dovranno transitare centinaia di treni merci carichi di monnezza e, quindi, vanno eliminati tutti i passaggi a livello presenti sulla linea ferroviaria (Casabianca, Santa Maria delle Mole, Pavona e Cancelliera).

Il progetto presentato da RFI di sottopasso stradale a Cancelliera è già stato approvato dai Comuni di Albano Laziale e di Ariccia. Anche il sottopasso stradale di Casabianca è stato già approvato dal Comune di Ciampino.

L’unico problema al progetto dell’inceneritore più grande del mondo, come ama definirlo il signor Cerroni, è rappresentato dal passaggio a livello al centro di Pavona. Di fronte ad un progetto devastante, i cittadini hanno organizzato da anni una forte protesta che ha indotto il Consiglio Comunale di Albano a bocciare l’indecente progetto di RFI.

Bisongerà attivare la massima vigilanza democratica perché nei prossimi giorni il sindaco Marini di Albano oppure l’assessore provinciale Amalia Colaceci oppure qualche altro Cerroni Boy potrebbero riproporre progetti devastanti di sottopassi stradali su Pavona con l’obiettivo di garantire all’inceneritore più grande del mondo l’arrivo indisturbato dei rifiuti su rotaia.

In sintesi, i Sindaci e i rappresentanti delle istituzioni di giorno si dicono contro l’inceneritore, ma stanno preparando di notte e con omertà tutte le infrastrutture (discarica e ferrovia) a supporto dell’inceneritore più grande del mondo, come ama definirlo il signor Cerroni.

La cosa grave è che questi pessimi e omertosi rappresentanti delle istituzioni partecipano impunemente ai cortei contro l’inceneritore, che a causa della presenza di questi personaggi rischiano di diventare delle inutili passerelle.

da quest’ altro blog http://www.paconline.it/wordpress/blog/archives/41270 si legge che ci sarà una variante durante i lavori:

Pubblicato il 02/11/2010

Ciampino, sottopasso di Casabianca sulla Via dei Laghi: superati i vincoli!


SUPERATI I VINCOLI PER LA REALIZZAZIONE DEL SOTTOPASSO DI CASABIANCA SULLA VIA DEI LAGHI

Si è svolta il 29 ottobre, presso la Sala Consiliare di Ciampino, la conferenza stampa sul superamento dei vincoli per la realizzazione del sottopasso viario alla Ferrovia Roma-Velletri all’altezza della Stazione di Casabianca sulla Via dei Laghi.

Il Sindaco di Ciampino, Walter Enrico Perandini, e il Vice Presidente della Commissione Finanze della Camera dei Deputati, On. Cosimo Ventucci, hanno illustrato il progetto di realizzazione del sottopasso, ripercorrendo passo dopo passo tutte le fasi che hanno portato, dal novembre del 2001 al settembre 2010 alla risoluzione dei vincoli che, a causa del confine con il sedime aeroportuale, hanno finora ostacolato la realizzazione della nuova viabilità a servizio della principale via di collegamento tra Roma ed i castelli romani.

Dalla conferenza è emersa con chiarezza la volontà congiunta di risolvere i disagi dei cittadini, sia quelli di Ciampino, sia i migliaia di pendolari che la attraversano da e per i comuni confinanti, causati dal continuo chiudersi del passaggio a livello ad intervalli di circa 30 minuti. In attesa del nuovo sottopasso veicolare alla linea ferroviaria Roma-Velletri, infatti, sarà realizzato un percorso alternativo temporaneo, composto da due bretelle (quelle oggetto del vincolo): la prima, prolungamento di Viale di Marino, la seconda, con inizio da Via dei Laghi poco dopo l’intersezione con Via Appia Nuova in direzione castelli romani (Marino); entrambe confluiranno il traffico su Via Fontana dei Monaci.

“Finalmente – afferma il Sindaco di Ciampino, Walter Enrico Perandini – siamo passati, dopo 9 anni, dalla fase progettuale alla fase realizzativa, cosa possibile anche grazie al finanziamento di 5 milioni di euro messo in bilancio dalla Provincia di Roma, che sarà materialmente l’ente che realizzerà l’opera. Starà al comune di Ciampino, conseguentemente, adeguare la viabilità del quartiere ai nuovi flussi di traffico pensando, ad esempio, ad una prosecuzione della nuova viabilità parallela alla Via dei Laghi non soltanto su Via Fontana dei Monaci ma certamente almeno sulla più idonea Via dell’Ospedaletto. È importante constatare che, grazie a quest’opera ed al sottopasso dell’Acqua Acetosa che verrà inaugurato a fine anno, sarà finalmente possibile evitare l’afflusso verso il centro della auto che oggi lo utilizzano per bypassare il passaggio a livello negli intervalli di chiusura”.

“Ci tengo a sottolineare – ha affermato l’On. Cosimo Ventucci – come questo risultato sia stato possibile grazie al lavoro congiunto del sottoscritto, che ha lavorato all’interno del Governo prima e nel Parlamento poi, e del comune di Ciampino che ha saputo produrre tutti gli atti necessari nei tempi previsti. Io stesso ho sollecitato più volte lo sblocco di questa importante opera sia perché vivendo proprio in quel quartiere conosco molto bene i disagi causati dalla chiusura del passaggio a livello, sia perché, soprattutto, ho sempre evidenziato, anche con interrogazioni parlamentari ed interventi in aula, a tutte le istituzioni competenti, l’alto rischio che comporta ancora oggi l’incolonnamento di decine di auto a meno di cento metri dalla pista di decollo del confinate aeroporto che, in caso di procedure di volo errate (come tragicamente accadde pochi anni fa a San Paolo del Brasile) causerebbe una strage senza dare alcuna via di fuga, neanche a piedi, agli automobilisti. Sono convinto che ora le istituzioni competenti, Comune e Provincia, sapranno raccogliere questo risultato e procedere nei tempi necessari alla realizzazione dell’opera”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...