Riesling

Riesling

Dalla pagina:http://www.vinoedesign.it/germany.html

Zona di coltivazione

Informazioni presenti sulle etichette:

Spiegazione dei dati sulle etichette

Terminologie dei vini tedeschi:

  • Grosses Gewächs: Grand Cru (non è una classificazione ufficiale in Germania). Sulla bottiglia c’è un segno 1 + una grappola
  • 1° Gewächs: 1° Grand Cru (non è ufficiale). Sulla bottiglia c’è un segno 1 + una grappola
  • Trocken: Secco. I vini secchi contengono poco residuo zuccherino (fino ad un massimo di 4 g/l oppure 9 g/l se l’acidità è elevata) e hanno una gradazione alcolica più elevata (di solito tra 12 e 13,5 % vol.). Trovano la loro massima espressione nelle zone più calde, come ad esempio nel Palatinato o in Franconia. Nella Mosella invece sono più classici i vini con residuo zuccherino.
  • Alte Reben: Vigne Vecchie
  • Gold Kapsel: La bottiglia è chiusa con una capsula d’oro. Sono i migliori vigneti. G-1
  • Lange Gold Kapsel: La bottiglia ha una capsula d’oro lunga. Il meglio del meglio. Produzione piccolissima.
  • Grado Oechsle: Il grado Oechsle indica il grado zuccherino contenuto nell’uva. Si ottiene confrontando il peso di un litro di mosto con il peso di un litro d’acqua. Un grado Oechsle di 90° Oe significa quindi che un litro del mosto in questione pesa 90 gr./l di più rispetto ad un litro d’acqua. Si controlla prima della vendemmia (in Italia si usa la misura “Babo”).
  • Etichetta: L’indicazione del gusto sull’etichetta è facoltativa. Il gusto viene indicato quasi sempre se è “Trocken” (secco). Le tipologie Beerenauslese, Trockenbeerenauslese e Eiswein sono sempre dolci, perciò non occorre neanche specificarlo sull’etichetta. Per quanto riguarda gli altri vini, quando non c’è nessun gusto specificato, si tratta normalmente di  vini con più o meno residuo zuccherino, comunque non di vini secchi.
  • Monovigneti: Tutti i vini più importanti sono di monovigneti. Nel catalogo la prima parte della descrizione sono sempre i vigneti. Per esempio Prüm: Graacher Himmelreich è un monovigneto. Questi nomi sono già stati dati dai monaci agli monovigneti seccoli fa!

Classificazioni dei vini tedeschi

La classificazione dei vini tedeschi – basata sulla legge del 1971 – prevede un vino di qualità base (QbA) e sei vini con il predicato.

QbA (Qualitätswein bestimmter Anbaugebiet) Viene prodotto in una determinata zona di produzione con uve consigliate e/o ammesse in quella zona e deve soddifare specifici requisiti di qualità. Tante volte quando si parla di Qualitätswein intendono dire QbA.

Kabinett

E’ il primo e più leggero dei vini con predicato. Oltre ad avere tutti i requisiti di un QbA deve rispettare la tipicità della sua categoria in base all’uva utillizzata e alla zona di produzione. L’uva utilizzata deve contenere un grado Oechsle minimo di 70/80a seconda della zona e della varietà. Sia secco, sia con residuo zuccherino.

Spätlese ( = Vendemmia tardiva)

Fa riferimento a una vendemmia effettuata in un momento più avanzato nell’anno rispetto ai QbA e Kabinett. Completamente diverso dalla tipologia italiana “Vendemmia Tardiva”, perché questa si riferisce normalmente a vini più corposi e glicerici o anche dolci. Una Spätlese non deve essere per forza né corposo, né dolce. Il momento della vendemmia deve garantire la raccolta di uve completamente mature e quindi con un più elevato grado Oechsle: 80/90. Sia secco, sia con residuo zuccherino.

Auslese ( = Vendemmia selezionata)

Si tratta di una raccolta selezionata effettuata a mano. I grappoli non maturi o danneggiati non devono essere utilizzati per la produzione di questi vini. Gli acini possono anche essere stati attaccati dalla muffa nobile. Grado Oechsle: 90/110. Sia secco, sia con rediduo zuccherino.

Beerenauslese ( = Vendemmia di acini selezionati)

Si tratta di una raccolta selezionata effettuata a mano che deve individuare solo gli acini sani e attaccato dalla muffa nobile o almeno sovvramaturi. Grado Oechsle: 125/150: Grado alcolico presente nel vino: minimo 5.5°.

Esiste solo la versione dolce, visto che il grado Oechsle è già talmente alto che sarebbe impossibile trasformare tutto lo zucchero naturale contenuto nell’uva in alcol. Vendemmia a fine ottobre/novembre.

TrockenBeerenAuslese ( = Vendemmia di acini selezionati secchi) 

Si tratta di una raccolta selezionata effettuata a mano che deve individuare solo gli acini “asciutti”, cioè appassiti sulla pianta dovuto al momento avanzato della vendemmia e/o per l’attacco della Botrytis. Grado Oechsle: 150/154, Grado alcolico presente nel vino: minimo di 5,5 °.

Questi sono i vini più rari e costosi prodotti in Germania e vengono prodotti solamente in annate particolarmente favorevoli. Sono sempre dolci.

Eiswein ( = Vino del Ghiaccio)

Si chiama così perché al momento della vendemmia e della pressatura gli acini devono essere ghiacciati. La vendemmia avviene a temperatura sottozero (novembre/dicembre). Questo requisito porta ad una concentrazione naturale del mosto, perché la parte ghiacciata (in sostanza acqua) viene eliminata durante la pressatura.

Grado Oechsle: 110/128. Grado alcolico presente nel vino: minimo di 5,5 °. E’ sempre dolce.

 

Le classificazioni QbA, Kabinett, Spätlese e Auslese possono essere sia trocken (secco), sia con un residuo zuccherino. Le classificazioni Beerenauslese, TrockenBeerenAuslese e Eiswein sono sempre dolci.

Dr. Loosen – Mosel – Germania

L’azienda Dr.Loosen è stata di proprietà della famiglia per più di 200 anni. Quando Ernst Loosen ne ha assunto il controllo nel 1988, lui capì che con viti a piede franco con una età media di 60 anni nei vigneti più vocati nella Mosella centrale, aveva la materia prima per creare vini di sbalorditiva intensità e di classe mondiale. Per fare ciò, Ernst ridusse drasticamente il raccolto e decise di usa

re solo una moderata quantità di fertilizzanti organici.

Tutte e sei le principali vigne dell’azienda Dr.Loosen furono classificate come “Grand Cru” nella classificazione prussiana, datata 1868. Era prima della classificazione della Borgogna!

In pendii ripidi e con esposizione a sud della Mosella la vicinanza al fiume crea un microclima ideale per il Riesling. Le viti hanno una esposizione ideale al sole per raggiungere una perfetta maturazione. Le notti freschi, anche in piena estate, mantengono l’acidità caratteristica dell’uva, che è essenziale per un Riesling pulito e vivo. Il fiume riflette i raggi solari e trattiene il calore aiutando così l’uva a maturare e proteggendo le viti dalle gelate.

Il suolo roccioso di ardesia e le numerose rocce affioranti mantengono anch’esse il calore del giorno ed assicurano la piena maturazione. Uno strato superficiale sottile forza le viti a scavare in profondità nel terreno per reperire le sostanze nutrienti, producendo così vini di intensa mineralità e vibranti.

Dato che la fillossera non può sopravvivere sul suolo di ardesia della Mosella, le viti dell’azienda Dr.Loosen hanno ormai una età media di 60 anni e sono ancora sul loro piede franco. Le vecchie vigne naturalmente producono un raccolto minore con una concentrazione maggiore e superiore complessità.

Vigneti

Bernkasteler Lay (L’Ardesia di Bernkastel). E’ il vigneto con più ardesia. Vini più morbidi.

Wehlener Sonnenuhr (La Meridiana di Wehlen). Suolo con ardesia blu. Vini più eleganti e sofisticati del mondo.

Ürziger Würzgarten (Giardino delle Spezie di Urzig). Suolo rosso, vulcanina e ardesia. Vini esotici, speziati.

Graacher Himmelreich (Regno del cielo di Graach). Combinazione di eleganza e forza rustica.

Erder Treppchen (Scaletta di Erden) Molto ripida. Ardesia rossa. Vino muscolare e complesso. Molto minerale.

Erdener Prälat (Vescovo di Erden). Uno dei vigneti più importanti di Germania. Ardesia rossa. Vini di ineguagliabile potenza e nobiltà. La sua posizione tra il fiume e le massicce creste rocciose assicura una eccezionale maturazione.

Wine Spectator in ‘05 dichiara Ernst Loosen “Man of the Year” (l’uomo dell’anno) per il suo lavoro per il Riesling nel mondo. Lui è presidente del “Riesling Association” per promuovere il Riesling nel mondo.

Decanter lo proclama “White Winemaker of the Year” (enologo del vino bianco dell’anno) in 2006.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...