L’OFFESO – Psicoanalisi-Pratica.com

https://www.psicoanalisi-pratica.com/2018/04/19/loffeso/

LA LOGICA DELL’OFFESO

La posizione dell’”offeso”, di colui che dall’altro ha o pensa di avere ricevuto una offesa, è sempre una posizione di privilegio che consente (senza il pagamento di alcun senso di colpa) l’attacco verso l’altro e la obiezione alla relazione.

La posizione dell’offeso altro non è che una “teoria patologica” per cui io penso di “avere diritto” al risarcimento per una presunta offesa o serie di offese ricevute. Diritto non dimostrato né dimostrabile. La posizione dell’”offeso” diviene allora una posizione “ansiolitica” in quanto libera il pensiero della ingiustizia subita e consente l’attacco alla stessa giustizia di cui non si è stati fruitori.

Attaccare è sempre un modo per mettersi al riparo dalla angoscia. Nasce di qui quel sentimento melanconico “controllato” (i cui effetti benefici sono ben conosciuti) in cui narcisismo ed amor proprio la fanno da padrone. Continua a leggere “L’OFFESO – Psicoanalisi-Pratica.com”